Premi "Invio" per passare al contenuto

Tempo e Ottimismo

Articolo che prende spudoratamente spunto da alcune pagine di un libro che sto leggendo di Morgan Housel che trovo perfetto in questo periodo di ritorno della volatilità sui mercati finanziari.

Possiamo essere ottimisti e pensare che la traiettoria di crescita a lungo termine sia orientata verso l’alto?

Possiamo essere consapevoli che questa traiettoria comunque sarà interrotta da alcuni stop lungo il suo percorso di crescita?

L’idea che una grandezza possa crescere nel lungo periodo pur oscillando nel breve periodo non è per nulla intuitiva ma se ci pensiamo funziona così in molti ambiti nella vita.

Anche le economie e i mercati seguono spesso proprio questo andamento e crescono nonostante periodi di perdite.

Un esempio è il comportamento dell’economia americana negli ultimi 170 anni:

E in questo periodo cosa è successo?

  • 1,3 milioni di americani sono morti in nove grandi guerre
  • circa il 99,9% delle aziende fondate in questo periodo sono fallite
  • quattro presidenti USA sono stati assassinati
  • 675000 americani sono morti in un solo anno per una epidemia
  • 33 recessioni sono durate in totale 48 anni … e il numero di persone che sono state in grado di prevederle è zero
  • 102 volte il mercato azionario ha perso almeno il 10% da un massimo
  • 12 volte le azioni hanno perso un terzo del loro valore
  • in 20 anni diversi l’inflazione ha superato il 7%

In questi 170 anni il nostro tenore di vita è aumentato di 20 volte.

Prendiamo ora un indice, in questo caso S&P Composite Index, e vediamo un’andamento analogo.

Investire è un processo paziente, se vuoi anche noioso, che ha bisogno di Tempo perchè sarà interrotto da alcuni stop e di Ottimismo perchè la storia ci insegna che la traiettoria è orientata verso l’alto.