Premi "Invio" per passare al contenuto

#iorestoinformato

Oggi vediamo i principali strumenti di protezione del patrimonio.

Il Fondo Patrimoniale

Probabilmente il più conosciuto strumento di protezione patrimoniale è un vincolo posto da uno o entrambi i coniugi, ovvero da un soggetto terzo, su determinati beni, nell’interesse della famiglia. Lo scopo è quello di creare un patrimonio “separato”, non aggredibile, rivolto a soddisfare i bisogni familiari.

La costituzione del fondo determina solo un vincolo di destinazione sui beni, ma non incide sulla proprietà dei beni stessi che rimane in capo ai coniugi ovvero ad uno di essi.

Il fondo patrimoniale è uno strumento semplice ed economico, che necessita però di 5 anni per consolidarsi.

Il Trust

Strumento di origine anglosassone diffuso dopo la ratifica di una convenzione internazionale (Aia del 1985) non ha una specifica normativa italiana, per cui sono le parti che stabiliscono le regole del proprio trust.

L’effetto per la protezione patrimoniale è che produce lo spossessamento dei beni conferiti.

Il trust è un istituto molto sofisticato ma permette un’ampia personalizzazione.

Come il fondo patrimoniale per consolidarsi, rispetto alle azioni revocatorie,  necessità di 5 anni.

Il Patto di Famiglia

Introdotto nel 2006 è un contratto con cui l’imprenditore trasferisce, in tutto o in parte, l’azienda ai discendenti. Lo scopo dello strumento è quello di favorire il passaggio generazionale dell’impresa in deroga al generale divieto di patti successori.

Utile per programmare in anticipo il passaggio generazionale dell’impresa, ma richiede una forte coesione familiare. Determina effetti che solo indirettamente comportano la protezione del patrimonio dei debitori.

Le Società

La società holding familiare è una società avente uno scopo non propriamente commerciale. Lo scopo è tutelare il patrimonio della famiglia, separandolo dalle problematiche personali, facilitare ed ottimizzare fiscalmente il passaggio generazionale del patrimonio e evitare le controversie tra eredi sulla spartizione dell’eredità.

L’intestazione fiduciaria

Attraverso il contratto fiduciario, che rimane segreto, si intestano i propri beni alla società fiduciaria. La società fiduciaria esercita i diritti propri del proprietario, secondo le sue istruzioni. Il proprietario rimane occulto di fronte ai terzi e determina una segregazione patrimoniale del bene e facilità il trasferimento dello stesso.