Premi "Invio" per passare al contenuto

#iorestoinformato

Oggi cercherò di spiegare QE, LTRO, TLTRO gli strumenti di controllo della quantità di moneta annunciati nell’intervento di ieri dalla presidente della Banca Centrale Europea Christina Lagarde.

Partiamo intanto dalla funzione della politica monetaria che è quello di orientare l’offerta di credito e i mercati finanziari verso obiettivi di politica economica come la crescita della produzione, la piena occupazione e un predeterminato livello di inflazione.

La principale autorità di politica monetaria è la Banca Centrale e in Europa è la Banca Centrale Europea (BCE).

Quali sono gli strumenti a sua disposizione?

I tassi di interesse.

Tasso di riferimento al quale la Bce fornisce liquidità alle banche, e che viene applicato anche ai depositi obbligatori che le banche devono mantenere presso la Bce.

Tasso overnight, o di rifinanziamento marginale sui prestiti overnight che la Bce fornisce alle banche.

Tasso sui depositi che le banche possono detenere presso la banca centrale, sempre overnight.

Il controllo della quantità di moneta.

La quantità di moneta presente nel sistema viene regolata tramite le operazioni di mercato aperto, e cioè l’acquisto e la vendita di titoli di stato.  

Lo scopo del QE è quello di sostenere i prezzi dei titoli acquistati, ridurne il rendimento, e rifornire le banche di liquidità per rendere più facile la concessione di prestiti a imprese e famiglie. Se poi gli interessi bancari sono legati all’andamento dei titoli acquistati nel QE anche gli interessi bancari si allineano riducendo a loro volta i debiti delle famiglie e delle imprese consentendo l’espansione dei consumi e degli investimenti.

LTRO e TLTRO sono in realtà delle anticipazioni verso un maggiore impegno della BCE nel sostegno dell’economia Europea, che fosse il debito pubblico o il settore privato.

LTRO che sta per long term refinancing operation (piano di rifinanziamento a lungo termine) consiste in una “asta di liquidità” con cui la Banca Centrale Europea concede prestiti alle banche che lo richiedono.

In passato ci sono stati altri LTRO con lo scopo principale di sostenere il debito pubblico dei paesi europei a seguito della crisi del debito sovrano ma buona parte dei finanziamenti ricevuti è stata utilizzata dalle banche per riacquistare obbligazioni proprie e per ristrutturare il proprio capitale  per consolidare il suo sistema creditizio.

Motivo che ha spinto la BCE a mettere in atto il TLTRO dove La T sta per targeted  il finanziamento dell’economia reale, e cioè il settore privato non finanziario. In questo caso se non prestati all’economia reale, almeno in una certa quota, i soldi vanno restituiti in anticipo rispetto alle scadenze previste dal piano. Una sorte di “controllo qualità”.