Premi "Invio" per passare al contenuto

La Diversificazione

La diversificazione è la strategia di costruzione di un portafoglio finanziario attraverso l’acquisto di più attività per ridurre il rischio complessivo.

Mettere, infatti, l’intero patrimonio in un solo titolo o in una sola asset class può rivelarsi molto rischioso perché i vari mercati registrano andamenti diversi in momenti diversi.

Pertanto uno dei modi migliori per ridurre il rischio e conseguire rendimenti stabili è quello di distribuire il proprio capitale in diverse tipologie d’investimenti, in questo modo, una performance negativa può essere controbilanciata dalla performance positiva di un’altra asset class, o altro titolo, presente in portafoglio. Ad esempio azioni e obbligazioni, normalmente, non si comportano allo stesso modo a fasi negative di mercato reagendo anzi in direzioni opposte.

Diversi poi sono i fattori di diversificazione che si possono adottare, anche se chiaramente la strategia migliore è quella che li combina tutti.

Classe d’investimento, la forma più semplice di diversificazione è quella che suddivide i capitali tra azioni, obbligazioni, liquidità, immobili, materie prime; Paese, investire in più Paesi e in mercati internazionali significa non esporre i propri investimenti alle sorti di un unico mercato; Settori, investire in un’ampia selezione di settori quali energia, servizi finanziari, industria, telecomunicazioni, utility ecc; Stile d’investimento, trovando il giusto equilibrio tra strumenti che investono in società orientate alle opportunità di crescita e altri che prediligono i titoli “value”; Orizzonte temporale degli strumenti selezionati.

La combinazione di più attività finanziarie è definita asset allocation e ha il merito, come abbiamo visto, di distribuire il rischio nelle diverse classi d’investimento perché, se pur vero che ogni investitore affronta Il rischio sistematico o di mercato che non può essere eliminato dalla diversificazione poiché collegato alle variazioni generali di mercato ( causate dall’instabilità politica, guerre, tassi d’interesse, tassi d’inflazione, rischi valutari ) è comunque vero che la diversificazione ci permette di gestire Il rischio non sistematico o specifico di una singola azienda, industria, economia o paese, in modo da investire in varie attività che saranno influenzate in maniera diversa dagli eventi di mercato.

Malgrado la diversificazione non ci garantisca in assoluto la possibilità di incorrere in perdite nel breve periodo è la principale strategia per raggiungere i nostri obiettivi finanziari a lungo termine.