Premi "Invio" per passare al contenuto

Le Polizze Vita

Le polizze di assicurazione costituiscono uno strumento di tutela e di segregazione patrimoniale con una distinzione fondamentale però tra le polizze vita e contratti di capitalizzazione.

Le polizze vita hanno una funzione principalmente previdenziale, con il trasferimento all’assicuratore del cosiddetto rischio demografico relativo alla vita del contraente o dell’assicurato, se persona diversa.

Tre le tipologie di polizze vita: le assicurazioni per il caso vita, le assicurazioni per il caso morte, le assicurazioni miste.

I contratti di capitalizzazione hanno invece natura principalmente finanziaria, garantendo soltanto l’ammontare dei premi pagati maggiorati di quelli che sono gli interessi maturati.

Le polizze di capitalizzazione non sono quindi polizze di assicurazione sulla vita perché non dipendono da eventi attinenti alla vita dell’assicurato, ma consentono di percepire determinate somme a fronte del versamento dei premi stabiliti.

Il codice civile stabilisce l’impignorabilità e l’insequestrabilità delle somme dovute dall’assicuratore al contraente o beneficiario di un’assicurazione sulla vita.

La protezione si mantiene soltanto per le somme non ancora corrisposte dall’impresa di assicurazione, perché nel momento in cui queste sono ricevute dal contraente o beneficiario si confondono con il suo patrimonio ed in quel momento diventano aggredibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *